Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Può conoscere tutti i dettagli sul nostro adeguamento GDPR e Cookies consultando la nostra privacy policy.
Ok

 
zoom_in
keyboard_arrow_left keyboard_arrow_right

TAJARIN AI FUNGHI PORCINI

TAJARIN AI FUNGHI PORCINI

7,90 €
Tasse incluse

Un sapiente impasto di farine di grano duro e tenero, uova (con un alto numero di tuorli, che dona il caratteristico colore giallo carico)

Seleziona numero
  • Porzioni
  • 2
  • 4
  • 6
  • 8
Seleziona numero

 

 

 

Un sapiente impasto di farine di grano duro e tenero, uova (con un alto numero di tuorli, che dona il caratteristico colore giallo carico), e - tradizionalmente - le mani esperte delle donne di Langa: nascono così, dopo ore di paziente lavoro, i tajarin, pasta tradizionalmente fatta, stesa e tagliata a mano. La preparazione è lunga con la sfoglia stesa sempre più fine fino a raggiungere lo spessore desiderato; prima di essere tagliati, i tajain vanno fatti asciugare per almeno mezz'ora affinchè non si incollino.

In questo piatto, li proponiamo accompagnati dal sugo ai funghi porcini. Perché si chiamano così? L’origine del nome è controversa. Già gli antichi Romani chiamavano questo fungo suillus, “maiale”, da cui deriva l’attuale denominazione: secondo alcuni l’appellativo sarebbe dovuto all’aspetto tozzo e massiccio, per altri dipenderebbe invece dal particolare gradimento riscosso dal fungo in questione nell’alimentazione dei maiali, ghiotti di tartufi e di funghi.

TAJARIN AI FUNGHI PORCINI

Scheda dati

TAJARIN
COMPOSIZIONE
Valori Nutrizionali (valori medi per 100 g di prodotto) Energia:
1569 kJ / 371 kcal
Grassi:
5,1 g
- di cui acidi grassi saturi:
1,1 g
Carboidrati:
66,0 g
- di cui zuccheri:
3,5 g
Fibre:
2,5 g
Proteine:
14,0 g
Sale:
00,08 g
Ingredienti:
semola di GRANO duro, UOVA 20%.
Allergeni:
UOVA E OVOPRODOTTI, CEREALI, GLUTINE.
SUGO CON FUNGHI PORCINI
COMPOSIZIONE
Valori Nutrizionali (valori medi per 100 g di prodotto) Energia:
398 kJ / 96 kcal
Grassi:
6,6 g
- di cui acidi grassi saturi:
1 g
Carboidrati:
4,6 g
- di cui zuccheri
3,1 g
Proteine:
3,2 g
Sale:
1,28 g
Ingredienti:
Funghi porcini 74% (Boletus edulis e relativo gruppo), polpa di pomodoro (pomodoro, succo di pomodoro, correttore di acidità: acido citrico), olio extravergine d’oliva, olio di oliva, sale, cipolla, prezzemolo, zucchero, timo, aglio, pepe nero in polvere.
Può contenere tracce:
UOVA, FRUTTA A GUSCIO, LATTE, PESCE, SEDANO.

COTTURA IN VETRO

La maggior parte dei nostri prodotti viene confezionata in comodi barattoli di vetro. Perché? Il motivo risiede nel fatto che Il procedimento di lavorazione e il confezionamento in barattolo di vetro permettono di mantenere il prodotto salubre e genuino, evitando così l'utilizzo di conservanti. In Piemonte, ma in generale nella tradizione italiana del conserviero, si tratta di una pratica diffusa, dovuta proprio a questioni di sicurezza alimentare e di garanzia di freschezza del prodotto. Il vetro, essendo un materiale inerte, ha il rischio più basso di interazione con il cibo e costituisce una barriera di protezione naturale a garanzia della conservazione del contenuto. Senza contare, sul fronte della salvaguardia ambientale, che è riciclabile al 100%, per un numero infinito di volte.

Lo chef sei tu

Mettete in una pentola capiente (altezza minima 20 cm, diametro 25 cm) 4 l di acqua e 50 g di sale grosso, ponete sul fuoco e portate l’acqua in ebollizione.

Nell’attesa, aprite il barattolo del sugo e versatene il contenuto in una padella (diametro 25 cm), scaldandolo fino a bollore con 30 ml di brodo vegetale o acqua.

Quando l’acqua della pentola bolle, tuffatevi i tajarin e, appena l’acqua riprende a bollire, scolateli con un colino.

Fate saltare in padella (diametro 30 cm) per 1-2 minuti con il sugo, aggiungendo un cucchiaio (circa 15 g di olio EVO) così da renderli più morbidi e legati.

Servite quindi i tajarin con l’aiuto di una pinza, disponendoli in un piatto fondo.

Cosa mi serve

ATTREZZATURA: Pentola capiente (altezza minima 20 cm, diametro 25 cm), padella (diametro 25 cm), colino, pinze.

Consumare previa cottura - tempo di cottura 2 minuti

Altri prodotti